Imparare a leggere e scrivere … i "propri" futuri – #FL4A1

FL4A – FUTURESLITERACY4ALL Le conoscenze e le competenze necessarie per diventare persone, cittadini o lavoratori proattivi e agenti di sviluppo per la propria comunità sono intrinsecamente orientate al futuro e possono essere sviluppate o affinate con una formazione dedicata. Questa è l’idea ispiratrice del concetto di “alfabetizzazione ai futuri” o “Futures literacy-FL”, che diventa strumento di libertà, come lo è stato nella storia la diffusione dell’alfabetizzazione in senso classico: sapere leggere e scrivere. Per la precisione: Futures Literacy (FL) si riferisce alla capacità di utilizzare il futuro attivamente nel presente (Miller, 2011; Poli, 2019, 2020). Il termine “alfabetizzazione” indica le competenze di base che tutti abbiamo acquisito durante gli anni della scuola dell’obbligo, in particolare la grammatica della nostra lingua … Continua a leggere

Di chi si fideranno i giovani, dopo il Covid_19?

La personalità generazionale, come sa chi ha partecipato alle attività di Generation Mover™, assume le sue caratteristiche peculiari in un momento preciso della vita degli individui. È quel periodo tra la pre-adolescenza e l’adolescenza in cui la bambina o il bambino che sta diventando ragazza/o comincia a entrare in contatto con il mondo esterno. È in questa precisa fase di vita (collegata anche allo sviluppo neuro-fisiologico) che comincia a capire che i contenuti dei discorsi degli adulti toccano anche lei/lui personalmente. Gli eventi che accadono in questo arco di tempo lasceranno un segno importante nella costruzione dell’identità personale, nella concezione del mondo, nei valori, nell’ approccio alla vita, al lavoro, alle relazioni sociali. Ebbene. Per la generazione che sta costruendo … Continua a leggere

Quando il gioco si fa lavoro: monetizzare a 12 anni

Come cambia e cambierà l’idea di lavoro nel prossimo futuro per le generazioni più giovani? Quale sarà la nuova etica professionale? Qualche segnale sta arrivando in modo chiaro e concreto. Certo non basta per farne un trend ma intanto impariamo a coglierlo. Se chiedessimo ad un Baby Boomer cosa significa per lui “lavorare” vi darà una definizione che, spesso, è molto diversa da quella di un X Gen o anche di un Millennial. Ma se lo domandassimo ad uno della Z gen? In particolare a qualcuno tra i più giovani Z gen, quelli, per capirci, che oggi hanno tra i 12 e i 15 anni e che, normalmente e legalmente,  non sono, in età lavorativa ma che già sono in … Continua a leggere

25 Giovanissimi cacciatori di bufale cercasi

Sai chi sono i NEET ? Sono i “Not (engaged) in Education, Employment or Training“, ovvero persone non impegnate nello studio, né nel lavoro né nella formazione, tipicamente giovanissimi (under 25). Anche in Italia ce ne sono e non sempre c’è chi se ne occupa: questo che mettiamo in evidenza è un bellissimo progetto sostenuto dalla European Commission e sviluppato dall’Istituto Europeo per lo sviluppo socio economico per offrire – a 25 giovanissimi di tutta Italia – la possibilità di avvicinarsi al mondo produttivo e avviare i primi passi per ti trovare la propria strada per un futuro tutto da costruire. Pensiero critico, capacità di networking e consapevolezza di sé sono qualità determinanti per il futuro di tutti noi e … Continua a leggere

ZWebTV: la nuova TV 'generazionale'

Avete letto bene: generazionale. Il progetto di Francesco Becchetti, non nuovo ad esperimenti di questo tipo, offre un altro spazio digitale per ampliare la visibilità e attività degli influencer, la vecchia cara TV. In streaming però, sembra sia una rivoluzione. L’effetto è un pò strano ma, chissà, magari funzionerà. Del resto, i cambiamenti ormai accelerano e la rivisitazione della spazio televisivo non fa eccezione, le generazioni più giovani esprimono attitudini e comportamenti social e digitali impensabili ai tempi della TV generalista, o solo privata, che, solo due generazioni fa, sembravano una rivoluzione. L’obiettivo di ZWeb TV è catturare la fascia d’età che riguarda i Millennials più giovani (25-30) e la Z generation (11-24) che, ormai si sa, sono il target … Continua a leggere

Lella Costa: il coronavirus e i sessantenni

Di solito le circostanze eccezionali fanno emergere gli elementi cruciali di un contesto o di una situazione. Così è stato per il Covid: una pandemia che ha messo sotto pressione l’intero sistema costruito dall’umanità in un modo tale che si sono evidenziate da un lato le risorse normalmente poco visibili, dall’altro i punti di tensione soprattutto sociale. Ne avevamo già parlato a proposito del “Boomer remover” plasmato da alcuni giovanissimi: complice l’esistenza (e l’abuso) di stereotipi e pregiudizi, possono essere molteplici i pretesti per alimentare uno scontro tra generazioni. L’epidemia è stata uno di questi pretesti. Ma al di là delle – ingiustificate, oltre che inopportune – tensioni, resta l’importanza di un tema ineludibile: quella del ruolo della generazione Baby … Continua a leggere

Donne Millennials e X Gen all'epoca del Covid-19: tu che tipo di donna vuoi essere?

CHE TIPO DI DONNA SEI? Donne Millennials e X Generation all’epoca del Covid-19 L’arrivo di Covid-19 in Italia ha sollevato il coperchio di una pentola di acqua solo apparentemente calma, in realtà ferma, direi fermentata, senza grande ricambio di acqua fresca in moltissime situazioni, per fortuna non tutte. L’osservazione di questo periodo mi ha portato a notare le grandi differenze nel modo di affrontare la vita da parte di molte donne, Millennials e X Generation, con differenziazioni incredibili di status socio-economico, relazionale, famigliare, territoriale, professionale. Il motivo per cui ho dedicato parte del mio tempo a questo studio deriva sia da un mio interesse personale, esistente da sempre, sia dalla realtà che nel corso delle settimane si è palesata molto … Continua a leggere

Gli effetti della DaD sui giovani Alpha Gen e le famiglie

Fino a febbraio 2020 sulle bacheche social e sulle chat di classe o tra mamme ci si interrogava sull’importanza o meno di far fare attività extra scolastiche ai propri bambini, con che frequenza, su come migliorare le loro lacune scolastiche attraverso attività ludico / educative nel fine settimana, sul sovraccarico che questo (talvolta) generava sulla famiglia. Poi, in un istante – che resterà impresso nella testa di noi genitori con la stessa lucidità con cui ricordiamo dove eravamo e cosa stavamo facendo l’11 settembre 2001 – ci si è ritrovati nel triplice ruolo di genitori, insegnanti e lavoratori. E se, lungamente, si è dibattuto su come le donne siano rimaste “vittime” collaterali e involontarie di questa pandemia, anche i più … Continua a leggere

Il ruolo delle generazioni per costruire il futuro

Qual è il ruolo giocato dalle generazioni nel preparare i futuri che stanno arrivando? A cosa serve un futurista? Sai quale azienda ha usato per prima i metodi di futuro? Lavorare sulle generazioni vuol dire lavorare con il futuro. Una volta di più, grazie alle domande che Alice Avallone di Beunsocial  mi ha posto, ho avuto l’occasione di definire, e osservare meglio, i confini e i punti di contatto tra il mondo immaginato e costruito da ogni singola generazione e gli indizi di futuro visibili attraverso le generazioni più giovani. Del resto, il presente che viviamo è il futuro preparato  da chi è venuto prima di noi Ogni generazione elabora un’idea di futuro differente da quella di chi l’ha preceduto, e soprattutto, ogni giorno … Continua a leggere

Un esercizio di futuro nelle organizzazioni: tsm wellab

IMPARARE A GIOCARE D’ANTICIPO  IL CASO TSM WELLAB PREMESSA  tsm-Trentino School of Management – la Scuola di alta formazione costituita da Provincia autonoma di Trento, Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol e Università degli Studi di Trento – all’interno del progetto “People Drive Innovation – il cambiamento genera innovazione”, dedicato allo sviluppo delle competenze inter-generazionali delle risorse impegnate nei Centri per l’Impiego (CpI), ha avviato un progetto innovativo per sostenere e sviluppare le capacità, i talenti e la motivazione di tutte le generazioni presenti all’interno dei CpI. Il rinnovamento passa anche dall’imparare a convivere e  prosperare con tutte le generazioni, ben 5 delle quali oggi presenti nel mondo del lavoro, ciascuna con una propria idea di mondo o filosofia di vita, abitudini … Continua a leggere