Chi sono?


Oggi hanno tra i 56 e i 74 anni, in Italia sono 14.8 milioni, di cui circa 5 milioni nel mondo del lavoro.

(Fonte: Istat  2018, elaborazione dati Generation Mover)


La parola chiave che li descrive meglio è “ottimismo“, con questa generazione nasce il mito del “self-made man“.


I Baby Boomer rappresentano il primo gruppo generazionale a vivere i più grandi cambiamenti storico-sociali  sul pianeta in seguito alle innovazioni, portate dall’industria bellica della II Guerra Mondiale, nel mondo civile. Hanno dato il via alle rivoluzioni sociali ed economiche del secolo scorso che hanno profondamente mutato le convenzioni e i ruoli sociali, finanziari e professionali. In un certo senso possono definirsi la generazione del cambiamento’. Hanno imparato presto a darsi da fare, a fare amicizia con la tecnologia e l’innovazione, e a far conto sulla forza del gruppo.


Immagine9
Immagine10
Immagine14

Oggi, tra loro: Barack Obama, Richard Gere, Fabiola Gianotti, Trump, Angela Merkel …

Sono i figli di chi è tornato dalla Guerra, erano bambini quando hanno visto che tutto era possibile e raggiungibile: ricostruire, studiare, mangiare, lavoro per tutti, anche per le donne, possibilità di avere una vita migliore dei loro genitori.Negli anni della loro formazione, i più giovani di loro vedono arrivare i frigoriferi in ogni casa, le donne di questa generazione sono tra le prime ad avere la possibilità di lavorare nelle fabbriche o a poter andare all’università. Sono le stesse che oggi a 60 anni e più, spesso nella P.A. non vogliono lasciare il lavoro e continuare a lavorare, che hanno sulle spalle figli adulti e genitori anziani …

Questa generazione è la più numerosa di sempre,  ha cambiato tutte le regole in famiglia, in società e al lavoro. E oggi continua a cambiarle, la nascita della Silver Economy è un’altra espressione della forza di questo gruppo.

Per il marketing questo è il gruppo generazionale attualmente più finanziariamente appetibile, forse l’ultima generazione ad avere risparmi interessanti e bisogni da soddisfare diversi anche in età adulta.

Quale impatto ha avuto e ha una generazione così numerosa?

La Silver Economy quali nuovi bisogni soddisfa? Quali possibilità di Business offre?

Quali futuri contribuisce a preparare?

A queste e altre domande lavoriamo e rispondiamo, applicando metodi futuristi, approccio scientifico e consulenziale.

Resta informato e iscriviti alla nostra newsletter

Elle Active: Speed Mentoring con PWA Milan e Generation Mover

101 Modi per lavorare meglio. Il Forum delle donne attive. Il 4 e 5 novembre 2016 all’UniCredit Pavilion, ELLE Italia, da sempre alleato del mondo femminile, dedica due giornate all’evento “Elle Active!”, un supporto concreto alle ambizioni delle donne nel mondo del lavoro. “Danda Santini, Direttrice di Elle Italia, descrivendo il forum di Elle Active! ha affermato: “Elle Active! è primo forum italiano del lavoro femminile per offrire idee, consigli, strumenti concreti per lavorare meglio attraverso seminari, consulenze a tu per tu anche grazie al confronto aperto che si svolgerà durante due sessioni plenarie dedicate ai temi legati al lavoro e al ruolo delle donne in cui interverranno esperti, imprenditori e politici.” 4/5 Novembre 2016. Due giorni per raccogliere idee … Continua a leggere

Lavoro? 3 Giorni a settimana in Messico per gli over 60

Lavorare meno, lavorare tutti. Lettura 2 minuti Da un estremo demografico all’altro, da un capo all’altro del mondo: con l’”Indipendent” andiamo in Messico per scoprire che il vecchio slogan “lavorare meno, lavorare tutti” è più vivo che mai. Il magnate Carlos Slim propone ai dipendenti ultra-sessantenni di America Movil (azienda di telecomunicazioni wireless attiva in 18 Paesi americani e in 7 europei) di restare al lavoro fino a oltre i 70 anni lavorando però solo 3 giorni a settimana: in tal modo intende fare spazio ai giovani senza perdere il know-how degli anziani, nonché generare ulteriore valore dall’incontro dei secondi con i primi. Generation Mover prosegue la raccolta casi di Age management over 50 da cui trarre ispirazione. Mexico City … Continua a leggere

Cosa negoziare in ogni fase della tua carriera

Ne abbiamo già parlato ma quando pensiamo che qualcosa sia importante noi di Generation Mover insistiamo! Parliamo del fatto che quello che va bene all’inizio della vita lavorativa non necessariamente potrà andare bene più avanti, oppure quando aumentano le responsabilità. Segnaliamo e introduciamo un articolo – Here’s What You Need To Negotiate At Each Stage Of Your Career –  con una sintesi in italiano qui di seguito, e soprattutto vogliamo evidenziare che se non si chiede non si ottiene! Oggi sono possibili cambiamenti che solo 5 anni fa erano impensabili per questo più si ha evidenza e conoscenza di come cambia il mondo più é possibile esercitare un ruolo attivo e consapevole. Le ambizioni e le capacità professionali di chi … Continua a leggere

"Carriera ed esperienza" o "Lavoro e merito"?

Generazioni: stereotipi e luoghi comuni Punti di vista che sembrano simili eppure, a volte, possono essere molto lontani tra loro, anche 20 anni! Un lasso di tempo in cui accadono fatti che cambiano il mondo e le persone che li vivono. Acquisire consapevolezza su come far parte di una generazione influisce sul tuo modo di vedere il mondo può essere uno strumento in più per la tua realizzazione personale e professionale, può aiutarti a risolvere relazioni difficili e  anche facilitare il raggiungimento dei tuoi obiettivi. Insomma, luoghi comuni e stereotipi ce ne sono tanti, li trovi on line e ovunque ormai. Lavorarci su e capire come utilizzare al meglio questa prospettiva é tutta un’altra cosa. Vedi qui il dettaglio del workshop … Continua a leggere

A che punto sei della tua carriera professionale?

Usare i social – (o non usarli) – influisce su ogni fase della tua carriera e del tuo lavoro Sai che i tuoi clienti, colleghi, capi, collaboratori si fanno un’idea di te e del tuo stile professionale anche in base alla tua presenza o assenza sui social?  Pensi al Networking? Il Tennis Club o il Golf Club, per dirne qualcuno, non sono più i luoghi ‘giusti’ per costruire relazioni di business. Quali social usi o non usi? E come? Saper parlare ‘social’ oggi é una capacità essenziale e strategica quanto le altre per fare carriera: all’inizio e lungo il percorso professionale le cose cambiano. Come gestisci la tua presenza o assenza on line? Ci sono almeno 3 generazioni (su 7), oggi, intorno … Continua a leggere

Scoprire la Silver Economy e utilizzarla

Il loro numero cresce, ma quasi nessuno ci fa caso: sono gli over 50, che nell’ ultimo decennio sono aumentati di numero e stanno continuando ad aumentare.  Ma le aziende italiane non sembrano essere attrezzate per gestire questa realtà: dedicano poco tempo a misurarla e a conoscerla, e poche risorse all’ elaborazione di politiche gestionali adeguate. E’ la conclusione della ricerca condotta da Randstad HR Solutions in 299 aziende italiane di diverse dimensioni. Come riferito sulla rivista “L’Impresa” di febbraio 2016 da Fabio Costantini (COO di Randstad HR Solutions), meno di un quarto delle aziende conosce i propri senior in modo dettagliato, cioè non solo nel loro numero assoluto ma anche nella loro collocazione funzionale e nelle prospettive di sviluppo … Continua a leggere

Le Boomers italiane trasformano il lavoro e la famiglia

La rivoluzione culturale degli anni ’60 e le riforme pensionistiche dei primi anni Duemila sono le due cause che stanno cambiando profondamente la nostra società nella sua composizione, tra lavoratori attivi e cittadini pensionati. I numeri Eurostat (su scala europea) e quelli Istat Multiscopo (per il nostro Paese) ci dicono che a partire dal 2005 la percentuale di over 55 ancora al lavoro si è impennata, e che in Italia questo ha interessato soprattutto le donne, il cui tasso di occupazione nella fascia di età 55-64 anni è passato dal 20,8% al 36,6% nel giro di un decennio. Bella scoperta, si dirà: l’età pensionabile è stata alzata per legge.. già, ma perché le donne al lavoro sono aumentate molto di … Continua a leggere

L'orizzonte di vita professionale e le generazioni: la ricerca Deloitte 2016

I valori cambiano, le priorità anche. Le persone le portano sempre con sé nuovi modelli di pensiero e visioni del mondo, così come le loro emozioni e la loro storia: gli ambienti di lavoro riflettono lo stile e la cultura di chi li guida e di chi ci vive, i risultati professionali individuali e organizzativi ne sono una diretta conseguenza. Il fattore leadership, il successo professionale per un millennial non riguarda lo stare al lavoro 12 ore al giorno, la competenza é un processo di networking e collaborazione che inizia il primo giorno di ingresso in un’organizzazione non dopo 6 mesi o 2 anni. La seniority é questione di visione e di progetto non solo di pratica o di anni di … Continua a leggere

L'obiettivo primario

“L’obiettivo primario dell’educare é quello di creare uomini capaci di fare cose nuove, non semplicemente di ripetere quello che altre generazioni hanno fatto: uomini capaci di creare, di inventare, di scoprire“.  Jean Piaget Nuovi stili di relazione, nuovi comportamenti, nuovi stili di leadership caratterizzano il nuovo mondo in cui viviamo. Servono nuove capacità, nuove menti per vivere in questi tempi. Occorrono nuovi modi di educare sia le nuove generazioni che quelle attuali Piaget lo sapeva, già negli anni ’20 del secolo scorso. La scuola e il lavoro sono i luoghi in cui é possibile cominciare a cambiare, sempre. Oggi le scuole, più di solo 5 anni fa, almeno in Italia, iniziano ad inserire il digital approach come elemento di apprendimento; in … Continua a leggere