Lavorare con la X Generation

Alla X Generation appartengono le persone che oggi, nel 2022, hanno tra i 43 e 57 anni, nati tra il 1965 e il 1979.

In Italia rappresentano la fascia più numerosa nel mondo del lavoro, più del 65% (dati 2019), hanno  soppiantato i Baby boomer nelle posizioni di vertice e di responsabilità.

I membri di questa generazione sono indipendenti, con una grande capacità di adattamento e resilienza, sanno trovare soluzioni inaspettate. Sono portatori di grande valore e performance all’interno degli ambienti professionali.

Ecco qualche suggerimento per collaborare e comunicare in modo più consapevole ed efficace.

Contesto storico-sociale

La X Gen è un gruppo generazionale nato e cresciuto negli anni ’60-’80, figli dei Baby Boomer e genitori della generazione Y o Millennial.

Sono cresciuti imparando a cavarsela da soli, in mezzo a crisi economiche e primi disastri ambientali. La frase che caratterizza l’infanzia e l’adolescenza degli X Gen da bambini è: “Non parlare con gli sconosciuti, non fidarti di nessuno.

Alcuni tratti della X Generation sul posto di lavoro

Gli appartenenti ad uno stesso gruppo generazionale possono avere alcuni tratti in comune proprio perché cresciuti nello stesso periodo storico e sociale. Questi tratti, comportamentali o di approccio alla vita, li possiamo ritrovare anche nel mondo del lavoro, ad esempio nei valori e nell’etica professionale, nel modo in cui preferiscono dare e ricevere feedback oppure assegnare un compito e così via.

Autonomia

Molti X Gen sono cresciuti con entrambi i genitori al lavoro, questo li ha costretti ad imparare presto a cavarsela da soli. Per questo motivo, in qualità di manager o responsabili potrebbero preferire più indipendenza e autonomia per gestire i task assegnati.

Work-life balance

Lo spazio personale è molto importante per questa generazione, ed è uno dei motivi di attrito con le generazioni precedenti, sono molto meno dipendenti dai loro capi. La programmazione delle attività è basilare, in questo modo possono salvaguardare il loro tempo per altro.

Flessibilità

Lavorano bene in un ambiente informale, sanno essere estremamente concentrati e produttivi. Si sono allenati ai cambiamenti durante l’infanzia e l’adolescenza, per questo sanno adattarsi velocemente. Un tratto comportamentale che li rende molto preziosi in tempi incerti e complessi.

La tecnologia è uno strumento

Sono il primo gruppo generazionale ad utilizzare il pc per le tesi di laurea e il cellulare, il walkman li ha accompagnati nell’adolescenza, sono curiosi e fortemente motivati verso le nuove le tecnologie. Imparano velocemente.

Resilienti, anche un pò cinici

Il cambiamento non li spaventa, sono diventati grandi tra la crisi economica degli anni ’70, e la recessione degli anni ’90, le sfide e i contesti complicati sono le situazioni che conoscono meglio. Per questo motivo, alle volte, possono apparire un pò troppo cinici.

Feedback aperti e diretti

Sono cresciuti affrontando problemi organizzativi e di fiducia sin da piccoli, per questo apprezzano una comunicazione chiara e diretta senza giri di parole, onesta. Le critiche devono essere legate a fatti concreti e con indicazioni precise.


Key takeaway: sono molti i tratti che contraddistinguono questo gruppo, i più comuni riguardano la capacità di affrontare i cambiamenti, l’autonomia, la resilienza e lo stile comunicativo diretto e aperto.


Come lavorare con la Gen X

Se nel tuo gruppo di lavoro ci sono persone in questa fascia d’età, come è molto probabile che sia vista la loro presenza maggioritaria in ambito professionale, ricorda:

  1. apprezzano lavorare in autonomia. Cresciuti in modo indipendente e abituati a gestire risorse o procurarsele, sanno raggiungere gli obiettivi assegnati con senso di responsabilità.
  2. Offri più alternative. Avere alternative o potersele creare è uno dei modi preferiti per raggiungere gli obiettivi. Prova a chiedere loro di gestire un progetto o individuare un proprio obiettivo in modo che possano esercitare competenza e gestione responsabile.
  3. Rispetta il valore del tempo. Questa generazione odia perdere tempo, al lavoro apprezzano agende organizzate e chiare, anche rispetto al timing.
  4. Work-life balance. La maggioranza dei membri di questo gruppo potrebbe avere una famiglia da gestire, e anche genitori anziani di cui occuparsi. Offri supporto in termini di flessibilità nella gestione del tempo lavorativo, rispetta il loro spazio quando non sono al lavoro.
  5. Stile comunicativo aperto e trasparente. Le email sono un mezzo di comunicazione apprezzato dagli X Gen, consentono di non perdere tempo e selezionare le priorità da gestire. Esponi l’argomento in modo chiaro e conciso ed esprimi chiaramente cosa ti aspetti, senza girarci intorno.
  6. Non microgestire. Gen X amano l’indipendenza e agire con libertà nel risolvere una questione o nel gestire un problema. Se necessario sanno come e quando chiedere supporto.
  7. Formazione. Offri formazione, l’apprendimento consente di costruire e aggiornare il proprio asset di competenze. Per i membri di questa generazione è un modo per mettersi al sicuro.

Key Takeaway: quando hai a che fare con qualcuno di questa generazione comunica chiaramente e senza giri di parole, offri alternative, opportunità di crescita professionale e formativa, non microgestire e rispetta la loro esperienza potrebbero avere già una soluzione.


I. Pierantoni

 

*Se ti è piaciuto condividi il post 

________________________________________________________________________________________

Lo sapevi che il nostro Blog suddivide gli articoli per generazione? Cerca la tua e scopri di più.

Per capire meglio i tempi che corrono, scopri la leva demografico-generazionale e i Futures Studies,  richiedi qui la newsletter mensile.

Per acquisire le nuove competenze del XXI sec. partecipa a  CPF 2022 – Futures Literacy Lab di Generation Mover™.

Seguici su:

   

One Comment on “Lavorare con la X Generation”

  1. Sabrina

    Molto interessante. Ricco di esempi concreti e riconoscibili. fonte di aggiornamento di qualità . Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *