Lavorare con il futuro: idee e strumenti per governare l'incertezza.

Libro di Roberto Poli Lavorare con il futuro

E’ uscito da poco ed è un compendio sintetico, ma straordinariamente denso, di quella disciplina che ha preso il nome di “futurismo”. Sto parlando del libro Lavorare con il futuro. Idee e strumenti per governare l’incertezza di Roberto Poli, direttore del Master in Previsione Sociale all’Università di Trento e tra le figure di riferimento per i Futures Studies in Italia. Il futurismo (termine che si è ormai consolidato in Italia per indicare questo ambito) non è semplicemente una metodologia o uno schema di lavoro, bensì qualcosa di molto più ampio e profondo: è un approccio generale alla realtà, una forma mentale, una matrice culturale. Per questo prima ancora prima di illustrare, sia pure per sommi capi, come è fatto un … Continua a leggere

Il futuro dell'Italia: i diplomati 'analfabeti'

Il futuro dell’Italia? A prima vista appare piuttosto chiaro e inesorabile, guardando i dati delle ultime rilevazioni Invalsi. Oppure no? I risultati relativi all’ultimo anno di scuola dei ragazzi di 18 anni sono espliciti. Evidenziano quasi un trend, a voler parlare da futurista, però è un trend che non ha un bell’aspetto o un orizzonte roseo. L’Italia ha già meno Millennials di tutti gli altri paesi europei, se poi aggiungiamo che i ragazzi più giovani della Z Gen (9/24enni) – quelli oggetto della rilevazione in questo articolo – sono anche i meno preparati rispetto alle precedenti generazioni, la domanda sul futuro di un paese diventa implacabile: quale futuro si sta preparando per una nazione che non si occupa del calo … Continua a leggere

C'è Fermento … nel futuro – CPF 0 Itinerante.

CPF 0 – 1° Comunità di Pratica di Futuro 14 settembre, sabato, Milano Nasce la prima Comunità di Pratica di Futuro composta da futuristi, appassionati, studiosi, ricercatori. È proprio vero, quando inizi qualcosa poi le cose cambiano. Il modo e il ritmo non si conoscono mai bene prima, ma una cosa è certa: le cose cambiano perché cambiamo noi. E poi ci sono i puntini che si uniscono. Già ne parlavo in un post della settimana scorsa, e sabato mattina Facebook mi ha ricordato che era sempre il 14 settembre (di due anni fa) quando iniziava la mia avventura come futurista al Master dell’Università di Trento con il Prof. Poli. Dalla fine del Master mi chiedevo come continuare a occuparmi … Continua a leggere

29 Consigli per giovani donne nel mondo del lavoro

“29 Consigli per giovani ragazze che iniziano a lavorare oggi” di Alice Avallone su Beunsocial.it Uno è anche il mio. Giusto qualche settimana fa è uscita su Startupitalia la lista pensata e redatta da David Casalino sulle donne che stanno cambiando l’Italia: Unstoppable Women. Ci sono anche io insieme a molte altre, Alice Avallone ad esempio. Come sempre succede quando le cose all’inizio appaiono un pò strane, quest’idea è diventata un’opportunità, un’ azione che ne ha portate altre. Si è sviluppato un network femminile nel quale ho trovato donne, che come me, si sono ‘intestardite’ su un progetto, un’idea, un’illusione investendoci tempo, energie, salute, risorse, famiglia e molto altro. E’ proprio grazie a questa iniziativa ‘maschile‘ che Alice e io … Continua a leggere

Il più giovane chef (vegano) del mondo

Che la Generazione Z sia in fermento ce ne siamo accorti da un pezzo. Anche noi qui sul nostro blog abbiamo raccontato più di una storia di giovanissimi di ambo i sessi dotati di idee chiare e spirito imprenditoriale. E allora eccone un’altra, di queste belle storie: Omari MacQueen, inglese di origini caraibiche, si presenta come il più giovane chef al mondo e imprenditore nel campo della ristorazione vegana. Ha 11 anni, è espressione di una società multietnica, e si sta costruendo il proprio lavoro basandolo sulla sua passione e sui suoi valori. E i suoi valori hanno a che fare con l’etica e la sostenibilità ambientale. Insomma: Generazione Z. Puoi leggere la sua storia cliccando qui.   Mattia Rossi … Continua a leggere

Generazioni: perché non basta leggere un libro

Ma … non si finisce per rinchiudere le persone in categorie pre-costituite, cioè alimentare stereotipi e pregiudizi? Questa è, forse, l’obiezione più ricorrente che incontro quando racconto di Generation Mover™:  Il timore è legittimo e la cautela ci sta tutta, anche perché la mente umana è sempre esposta a questo pericolo, in ogni situazione. Anche nel caso dell’età, e quindi delle appartenenze generazionali. Ad esempio, in questo articolo Ashton Applewhite evidenzia l’esistenza di una sorta di “razzismo dell’età” di cui pare ci sia poca consapevolezza. Eppure, a ben guardare capita spesso che alle categoria “vecchio” da un lato e “giovane” dall’altro siano associati pregiudizi e convinzioni limitanti. Leggere una popolazione con la lente generazionale rinforza questa situazione? Incoraggia e consolida … Continua a leggere

Donne e industria 4.0

Il Campus Party è un evento mondiale interamente dedicato a innovazione e creatività. Nell’ambito dell’edizione che sta per avere luogo a Rho, in Fiera Milano, ci sarà un appuntamento particolarmente interessante per noi: una tavola rotonda moderata da Silvia Rigamonti dedicata alla presenza femminile nell’industria che si va innovando e digitalizzando. 26 luglio 2019, ore 10.30, Palco UTOPIA: DONNE E INDUSTRIA 4.0 In un contesto di scambio e contaminazione reciproca tra panelist e pubblico, alcune donne di varie industries si confronteranno nel racconto della propria storia professionale, coinvolgendo il pubblico in modo interattivo. Focus dell’evento sarà il ruolo e le potenzialità dei talenti femminili nell’industria del futuro 4.0, evidenziando le storie professionali e le qualità-caratteristiche che han fatto la differenza per … Continua a leggere

Come imparano gli studenti Zeta e Alfa?

Come imparano i ragazzi della generazione Zeta (9-22enni) e quelli di generazione Alpha (0-8 anni)? Tutti i giorni entrano nelle scuole italiane, dalla Primaria alle Superiori, più di 7 milioni di studenti, nati tra il 2013 e il 2000. La maggioranza fanno parte della generazione Zeta, ma già da un paio di anni sono entrati nella scuola primaria dei bambini di generazione Alfa. I famosi Millennials di cui tanto si parla hanno ormai quasi tutti compiuto il ciclo di studi e li troviamo nel mondo del lavoro. Gli studenti Zeta e Alfa sono lontanissimi dai docenti – di solito appartenenti alla generazione Baby Boomers o X Generation senior, data l’alta età media degli insegnanti italiani nella scuola pubblica che è … Continua a leggere

"The future is open, but is not empty"

1st INTNL SYMPOSIUM FUTURIST UNESCO CHAIRS Un manipolo di futuristi da tutto il mondo hanno condiviso esperienze, progetti, strumenti e metodi per praticare il futuro a tutte le età e in tutti i contesti con il fine di alfabetizzare al futuro più persone possibili. Lo scorso 19 e 20 giugno 2019 ho partecipato al primo Simposio internazionale delle cattedre UNESCO in Sistemi anticipanti, organizzato a Trento dal Prof. Roberto Poli, Direttore del Master di II livello in Social Foresight presso quella Università. Due giorni intensi, vivaci e potenti nello scambio e nel confronto tra chi di Futuro se ne intende, lo studia, lo pratica e, soprattutto, lo sperimenta nella cornice dei FS (Futures Studies). Sono moltissimi gli stimoli e le suggestioni che … Continua a leggere

Seniores digitali

Degli stereotipi legati alle appartenenze generazionali, quelli relativi alla “alfabetizzazione digitale” sono fra i più comuni. Più le persone sono giovani, più sono a loro agio con la tecnologia. Gli “anziani” – intesi come gli over 50 (a essere buoni) – sono maldestri, negati, non ce la possono fare. Questo è ciò che si dice in giro, ma la realtà è un po’ diversa. E’ ovvio che i ragazzi nati con uno smartphone nella culla godono di un certo vantaggio nell’intuire come funziona un device elettronico, e nell’immaginare sempre nuovi usi (e sempre nuovi device). Però anche i senior, se ci si mettono, sanno imparare presto e bene. L’ho constatato frequentando l’attuale edizione attualmente del “Millennial Mentoring”, in cui un … Continua a leggere