In vacanza con mamma e papà. A 25 anni.

“TRIPPERS” TREND: IN VACANZA CON MAMMA E PAPA’. PER SCELTA. I giovani non solo vivono più a lungo con i genitori, ma ci vanno anche in vacanza. E no, non stiamo parlando dei giovani italiani ma dell’ Australia. Comincia così uno dei report 2019 McCrindle sul trend del turismo per i giovani australiani. La ricerca è stata commissionata da P&O Cruises Australia e ha coinvolto 1.002  ragazzi tra i 18 e 29 anni e più del 50% di loro dall’età di 18 anni sono andati in vacanza con i genitori, e 4 su 5 di loro dicono di considerare la possibilità di fare un viaggio in famiglia. P&O ha registrato un aumento del 18% di giovani in vacanza con i … Continua a leggere

Imparare a lavorare insieme, sotto lo stesso tetto.

Organizzazioni e team multi-generazionali: 7 Sfide per HR Decision Makers   In Italia, da poco, un’altra generazione si è aggiunta alle 4 già presenti nel mondo del lavoro: la Z Generation. Ad oggi sono poco più di 1 milione i lavoratori più giovani appena entrati in azienda, rappresentano quasi il 4% dell’intera forza lavoro italiana, e portano con sé dei tratti comportamentali che rendono ancora più visibili le differenze nel modo di lavorare delle generazioni. Se i più adulti – Boomers, X Gen – hanno scoperto da grandi le nuove tecnologie e se ne sono interessati con curiosità e passione, questo non significa che hanno anche modificato il loro stile di comunicazione acquisito-adulto tanto da cambiare abitudini nella gestione delle relazioni in … Continua a leggere

Che mondo sarà? III Convegno dei futuristi italiani

Da qualche anno esiste un evento italiano in cui trovarsi per ragionare sul mondo che sarà, per provare a immaginarlo ma soprattutto per provare ad ‘anticiparlo‘ attraverso la condivisione e il confronto di esperienze, esplorazioni teoriche ma anche concrete, think-tank ecc. è il convegno annuale dei futuristi italiani, che quest’anno si è tenuto presso il CNEL di Roma, organizzato dalla neonata Associazione dei Futuristi Italiani – AFI  presidente Roberto Poli – insieme a IIF – Italian Institute for the Future con Roberto Paura e il Millennium Project con Mara Berardo. Per guardare avanti bisogna lanciare lo sguardo verso l’ orizzonte e identificare uno o più punti da osservare, tutto comincia da qui.  Allo stesso tempo, è uno sguardo che diventa … Continua a leggere

Domani sarà, se oggi …

Quale sarebbe il modo migliore di celebrare i primi 10 anni di Generation Mover? Questa la domanda che ci siamo posti un anno fa. Fin dall’inizio, almeno una cosa l’avevamo chiara: avrebbe dovuto essere la manifestazione plastica dei valori, dello stile e del modus operandi di GM. E così è stato: una giornata di apprendimento e sperimentazione, di conoscenza, di scoperta e di innovazione. Nonché di collaborazione. Abbiamo avuto i contributi del prof. Roberto Poli (cattedra Unesco in Sistemi Anticipanti all’Università di Trento) e di Roberto Paura (presidente dell’Italian Institute for the Future), gli interventi dei quali sono stati facilitati da Maria Cristina Origlia del “Sole 24Ore”. Abbiamo sperimentato il Generation Mover Game con la piattaforma digitale Redooc di Chiara … Continua a leggere

Le novità in arrivo con la Z Gen

Le generazioni attive professionalmente sono ormai 5 a tutti gli effetti.  Anche i più grandi degli Z stanno facendo il loro ingresso nel mondo del lavoro. Più precisamente, ammontano a circa 1 milione i giovani già occupati, secondo la nostra elaborazione sui dati Istat 2018. E questo aggiunge un altro tassello ad un ambiente già variegato, che si trova a dover fare i conti con le differenze di linguaggi e motivazioni tra Millennials, XGens, Boomers e via risalendo lungo la scala delle generazioni. Giacché gli esponenti della Generazione Z presentano caratteristiche molto diverse da quelle dei loro colleghi appena più grandi. Questo post del World Economic Forum riassume in modo semplice ed efficace i tratti principali dei nuovi arrivati, desunti … Continua a leggere

Generation Mover al Salone del Libro di Torino – 10 Maggio 2019

Vi aspettiamo presso ‘L’isola del futuro’ al Salone del Libro di Torino nel pomeriggio del 10 maggio, dalle 17.00 alle 18.00, per una tavola rotonda pubblica su prospettiva generazionale e futuri. Oggi a parlare di futuro sono in molti, forse troppi. A parlarne appunto. L’assunto di questo incontro è di portare una prospettiva agita vista con gli occhi di chi il futuro lo pratica spesso senza averne consapevolezza: le generazioni più giovani adesso, quelle più adulte prima. Ma questo non basta, occorre inserire questa prospettiva nel sistema complesso permeato dai megatrend e dalle innovazioni che già adesso caratterizzano la nostra vita quotidiana e i nostri comportamenti, spesso in modo subdolo. Il nuovo numero di “Futuri”, la rivista semestrale dell’Italian Institute for the … Continua a leggere

L'innovazione e i meriti … invisibili

Recentemente ho fatto  parte della giuria di un contest che premia il miglior packaging. Per i non addetti ai lavori l’innovazione legata alla tecnologia, alla ricerca della sostenibilità, al design strutturale di una confezione è difficile da comunicare.  Eppure c’è così tanta Ricerca & Sviluppo. Agli occhi del consumatore è però un’innovazione invisibile. Ci si deve affidare al brand che diventa ambasciatore si dei valori del prodotto ma anche della  filiera e delle sue eccellenze. E nel mondo del lavoro? Quanto le dinamiche relazionali/generazionali incidono sui fattori di crescita individuale? Quanti di noi, forti di un’idea, hanno dovuto pensare, progettare e sgomitare per farsi ascoltare e poi delegare il merito al capo? A me è capitato di sentirmi dire dal … Continua a leggere

I Millennials verso la piena maturità

Dove stanno, e che cosa fanno, i Millennials? Forse è solo una mia impressione parziale e distorta, fatto sta che in questo inizio di 2019 sembrano un po’ passati di moda. Dopo un periodo in cui l’attenzione mainstream era tutta per questa generazione, ultimamente è sempre più frequente imbattersi in articoli e analisi dedicate alla Generazione Z. Salvo quando certa stampa pensa che i Millennials siano i nati nel nuovo millennio. Basti pensare ai titoli sportivi all’indomani di Italia-Finlandia del marzo scorso, quando il gol dell’azzurro (di famiglia ivoriana) Moise Kean venne salutato come la prima marcatura di un Millennial in nazionale… E non è stata la prima volta, né, temo, sarà l’ultima. Ora, motivi per conoscere da vicino i ragazzi … Continua a leggere

E tu quante 'Personas' sei?

Mestieri nuovi o nuove opportunità? Parte da qui la riflessione su quante ‘personas’ possiamo essere. Oggi il termine è utilizzato per lo più a livello divulgativo nel settore della comunicazione e del marketing per identificare i profili del consumatore, ma le accezioni possono essere tante. L’articolo in questione, anzi il video, di Michela Rovelli, sulle donne innovatrici parla di Francesca Bosco nel suo ruolo di Project Lead Cyber Resilience al WEF (World Economic Forum) la quale, in modo lieve ma concreto, fa capire bene cosa si intende con questo termine. Soprattutto manda un chiaro messaggio su quello che oggi è il profilo di ‘Personas’ più diffuso: quello digitale con rischi e opportunità annessi. ‘Personas’, in parole semplici, sono ‘personaggi’ o … Continua a leggere

15 Marzo 2019: Fridaysforfuture

Sosteniamo i ragazzi del mondo con una canzone sul clima al ritmo di ‘Bella ciao’. Noi di Generation Mover lo diciamo da molto: la generazione Z salverà il mondo? Magari si. Di certo lo speriamo. Tra i nostri post divisi per generazione quella di questi ragazzi è quella più ricca di contributi. Nessuno mai prima di loro ha avuto più strumenti a disposizioni per sviluppare consapevolezza sul mondo in cui vive ad un’età così giovane, soprattutto nessuno mai ha potuto organizzare movimenti globali in pochi mesi. Gli adulti possono e devono ascoltare, per agire non per parlare. Questi ragazzi a breve voteranno, chissà che non sia un motore potente per cambiare davvero le cose in un mondo che non funziona … Continua a leggere