Il più giovane chef (vegano) del mondo

Che la Generazione Z sia in fermento ce ne siamo accorti da un pezzo. Anche noi qui sul nostro blog abbiamo raccontato più di una storia di giovanissimi di ambo i sessi dotati di idee chiare e spirito imprenditoriale. E allora eccone un’altra, di queste belle storie: Omari MacQueen, inglese di origini caraibiche, si presenta come il più giovane chef al mondo e imprenditore nel campo della ristorazione vegana. Ha 11 anni, è espressione di una società multietnica, e si sta costruendo il proprio lavoro basandolo sulla sua passione e sui suoi valori. E i suoi valori hanno a che fare con l’etica e la sostenibilità ambientale. Insomma: Generazione Z. Puoi leggere la sua storia cliccando qui.   Mattia Rossi … Continua a leggere

Generazioni: perché non basta leggere un libro

Ma … non si finisce per rinchiudere le persone in categorie pre-costituite, cioè alimentare stereotipi e pregiudizi? Questa è, forse, l’obiezione più ricorrente che incontro quando racconto di Generation Mover™:  Il timore è legittimo e la cautela ci sta tutta, anche perché la mente umana è sempre esposta a questo pericolo, in ogni situazione. Anche nel caso dell’età, e quindi delle appartenenze generazionali. Ad esempio, in questo articolo Ashton Applewhite evidenzia l’esistenza di una sorta di “razzismo dell’età” di cui pare ci sia poca consapevolezza. Eppure, a ben guardare capita spesso che alle categoria “vecchio” da un lato e “giovane” dall’altro siano associati pregiudizi e convinzioni limitanti. Leggere una popolazione con la lente generazionale rinforza questa situazione? Incoraggia e consolida … Continua a leggere

Come imparano gli studenti Zeta e Alfa?

Come imparano i ragazzi della generazione Zeta (9-22enni) e quelli di generazione Alpha (0-8 anni)? Tutti i giorni entrano nelle scuole italiane, dalla Primaria alle Superiori, più di 7 milioni di studenti, nati tra il 2013 e il 2000. La maggioranza fanno parte della generazione Zeta, ma già da un paio di anni sono entrati nella scuola primaria dei bambini di generazione Alfa. I famosi Millennials di cui tanto si parla hanno ormai quasi tutti compiuto il ciclo di studi e li troviamo nel mondo del lavoro. Gli studenti Zeta e Alfa sono lontanissimi dai docenti – di solito appartenenti alla generazione Baby Boomers o X Generation senior, data l’alta età media degli insegnanti italiani nella scuola pubblica che è … Continua a leggere

"The future is open, but is not empty"

1st INTNL SYMPOSIUM FUTURIST UNESCO CHAIRS Un manipolo di futuristi da tutto il mondo hanno condiviso esperienze, progetti, strumenti e metodi per praticare il futuro a tutte le età e in tutti i contesti con il fine di alfabetizzare al futuro più persone possibili. Lo scorso 19 e 20 giugno 2019 ho partecipato al primo Simposio internazionale delle cattedre UNESCO in Sistemi anticipanti, organizzato a Trento dal Prof. Roberto Poli, Direttore del Master di II livello in Social Foresight presso quella Università. Due giorni intensi, vivaci e potenti nello scambio e nel confronto tra chi di Futuro se ne intende, lo studia, lo pratica e, soprattutto, lo sperimenta nella cornice dei FS (Futures Studies). Sono moltissimi gli stimoli e le suggestioni che … Continua a leggere

Seniores digitali

Degli stereotipi legati alle appartenenze generazionali, quelli relativi alla “alfabetizzazione digitale” sono fra i più comuni. Più le persone sono giovani, più sono a loro agio con la tecnologia. Gli “anziani” – intesi come gli over 50 (a essere buoni) – sono maldestri, negati, non ce la possono fare. Questo è ciò che si dice in giro, ma la realtà è un po’ diversa. E’ ovvio che i ragazzi nati con uno smartphone nella culla godono di un certo vantaggio nell’intuire come funziona un device elettronico, e nell’immaginare sempre nuovi usi (e sempre nuovi device). Però anche i senior, se ci si mettono, sanno imparare presto e bene. L’ho constatato frequentando l’attuale edizione attualmente del “Millennial Mentoring”, in cui un … Continua a leggere

In vacanza con mamma e papà. A 25 anni.

“TRIPPERS” TREND: IN VACANZA CON MAMMA E PAPA’. PER SCELTA. I giovani non solo vivono più a lungo con i genitori, ma ci vanno anche in vacanza. E no, non stiamo parlando dei giovani italiani ma dell’ Australia. Comincia così uno dei report 2019 McCrindle sul trend del turismo per i giovani australiani. La ricerca è stata commissionata da P&O Cruises Australia e ha coinvolto 1.002  ragazzi tra i 18 e 29 anni e più del 50% di loro dall’età di 18 anni sono andati in vacanza con i genitori, e 4 su 5 di loro dicono di considerare la possibilità di fare un viaggio in famiglia. P&O ha registrato un aumento del 18% di giovani in vacanza con i … Continua a leggere

Imparare a lavorare insieme, sotto lo stesso tetto.

Organizzazioni e team multi-generazionali: 7 Sfide per HR Decision Makers   In Italia, da poco, un’altra generazione si è aggiunta alle 4 già presenti nel mondo del lavoro: la Z Generation. Ad oggi sono poco più di 1 milione i lavoratori più giovani appena entrati in azienda, rappresentano quasi il 4% dell’intera forza lavoro italiana, e portano con sé dei tratti comportamentali che rendono ancora più visibili le differenze nel modo di lavorare delle generazioni. Se i più adulti – Boomers, X Gen – hanno scoperto da grandi le nuove tecnologie e se ne sono interessati con curiosità e passione, questo non significa che hanno anche modificato il loro stile di comunicazione acquisito-adulto tanto da cambiare abitudini nella gestione delle relazioni in … Continua a leggere

Che mondo sarà? III Convegno dei futuristi italiani

Da qualche anno esiste un evento italiano in cui trovarsi per ragionare sul mondo che sarà, per provare a immaginarlo ma soprattutto per provare ad ‘anticiparlo‘ attraverso la condivisione e il confronto di esperienze, esplorazioni teoriche ma anche concrete, think-tank ecc. è il convegno annuale dei futuristi italiani, che quest’anno si è tenuto presso il CNEL di Roma, organizzato dalla neonata Associazione dei Futuristi Italiani – AFI  presidente Roberto Poli – insieme a IIF – Italian Institute for the Future con Roberto Paura e il Millennium Project con Mara Berardo. Per guardare avanti bisogna lanciare lo sguardo verso l’ orizzonte e identificare uno o più punti da osservare, tutto comincia da qui.  Allo stesso tempo, è uno sguardo che diventa … Continua a leggere

Domani sarà, se oggi …

Quale sarebbe il modo migliore di celebrare i primi 10 anni di Generation Mover? Questa la domanda che ci siamo posti un anno fa. Fin dall’inizio, almeno una cosa l’avevamo chiara: avrebbe dovuto essere la manifestazione plastica dei valori, dello stile e del modus operandi di GM. E così è stato: una giornata di apprendimento e sperimentazione, di conoscenza, di scoperta e di innovazione. Nonché di collaborazione. Abbiamo avuto i contributi del prof. Roberto Poli (cattedra Unesco in Sistemi Anticipanti all’Università di Trento) e di Roberto Paura (presidente dell’Italian Institute for the Future), gli interventi dei quali sono stati facilitati da Maria Cristina Origlia del “Sole 24Ore”. Abbiamo sperimentato il Generation Mover Game con la piattaforma digitale Redooc di Chiara … Continua a leggere

Le novità in arrivo con la Z Gen

Le generazioni attive professionalmente sono ormai 5 a tutti gli effetti.  Anche i più grandi degli Z stanno facendo il loro ingresso nel mondo del lavoro. Più precisamente, ammontano a circa 1 milione i giovani già occupati, secondo la nostra elaborazione sui dati Istat 2018. E questo aggiunge un altro tassello ad un ambiente già variegato, che si trova a dover fare i conti con le differenze di linguaggi e motivazioni tra Millennials, XGens, Boomers e via risalendo lungo la scala delle generazioni. Giacché gli esponenti della Generazione Z presentano caratteristiche molto diverse da quelle dei loro colleghi appena più grandi. Questo post del World Economic Forum riassume in modo semplice ed efficace i tratti principali dei nuovi arrivati, desunti … Continua a leggere